Ultimate Doom Intro

Il 2016 è l'anno dell'uscita del nuovo DooM, che ha voluto essere una sorta di reboot del primo, con, ovviamente una grafica e un gameplay adeguato ai giorni nostri; i più giovani forse non ricorderanno che l'originale risale a ben 23 anni fa! Infatti chi ha vissuto la sua adolescenza negli anni '90 e in quei tempi possedeva un PC equipaggiato con processore 386 o superiore, nel 1993 è passato quasi sicuramente dalla versione shareware di DooM per poi ottenere la versione completa, che girava sotto sistema operativo MS-DOS, il tutto rigorosamente su floppy disk da 1,44".

Per i nostagici che vogliono rivivere le atmosfere dello stesso videogame anni '90 ma con una "marcia" in più, o per i "novelli" che vogliono provare un pizzico di vintage gaming, ecco pronta una mod gratuita, chiamata Brutal Doom, creata da appassionati, che aggiunge al gioco originale diverse caratteristiche in più, in primo luogo vengono aumentati di parecchio gli effetti splatter, poi vi sono nuove animazioni ed effetti speciali, nuove armi, tra cui le granate, e viene aggiunta anche la possibilità di calciare i nemici, che sono più numerosi ed aggressivi.

Brutal Doom, essendo una mod, per funzionare richiede i file .wad originali di DooM (la mod è ovviamente compatibile anche con DooM II, uscito nel 1994), e per utilizzarla al meglio sotto sistema Windows vi è l'ottimo software Zandronum, una sorta di emulatore, che permette di giocare a DooM e DooM II sfruttando anche l'accelerazione grafica delle librerie OpenGL, utilizzando diverse risoluzioni (anche 4K) e rapporti di aspetto come il diffuso 16:9.

L'installazione è molto semplice:
Come prima cosa è necessario possedere il file originale doom.wad (e/o doom2.wad se si vuole giocare a DooM II), poi recuperare Zandronum dal sito ufficiale - scaricare la versione Archive (Core only) - non necessita di installazione, estrarre il file .zip scaricato in una cartella a piacimento (es: C:\DOOM) e copiarvi all'interno il file doom.wad in possesso e/o doom2.wad, creare inoltre una cartella "skins", sempre all'interno della cartella dove è stato estratto Zandronum.

Con questa configurazione si è già pronti per giocare a DooM senza nessuna modifica, per abilitare Brutal Doom, è necessario scaricare la mod da questa pagina ed estrarre il file nella cartella "skins" creata in precedenza.

La cartella si presenterà con questa struttura:

Zandronum

Se è stato effettuato tutto per il verso giusto, sarà sufficiente avviare il file zandronum per giocare a Doom o Doom II (all'avvio selezionare l'opzione OpenGL per utilizzare l'accelerazione grafica della propria scheda video, se supportata).
Dopo l'avvio è consigliata una visita al menù opzioni per impostare mouse, tastiera, risoluzione video, filtri texture e tante altre impostazioni.

Per arricchire ulteriormente l'esperienza di gioco, si consiglia di installare un altro paio di mod, sempre gratuite; una riguarda la visualizzazione dell'interfaccia HUD, ed è prelevabile da qui; all'interno del file scaricato ci sono due cartelle "4-3" e "16-9 Widescreen", copiare il file .wad corrispondente contenuto nella cartella, in base al monitor utilizzato, con rapporto 4:3 o 16:9, nella cartella "skins" creata in precedenza.

L'altra modifica riguarda le musiche del menù iniziale e dei vari livelli, che alcuni appassionati hanno rifatto in maniera egregia, in chiave heavy metal, sulla base di quelle originali, le nuove musiche si possono scaricare da qui, il file va estratto sempre nella cartella "skins".

In definitiva per avere installato Brutal Doom con le due mod aggiuntive (interfaccia HUD e nuove musiche), all'interno della cartella "skins" bisogna trovare tre file: brutalv20b.pk3, DoomMetalVol4.wad e smivhud 16-9.wad (se il monitor è in 16:9).

Hai trovato un link non valido o un sito linkato nell'articolo che non si apre? comunicacelo e tenteremo di sistemarlo al più presto!