Guida ai pericoli online e come difendersi

Usiamo oramai la rete tutti i giorni, ognuno di noi possiede almeno un dispositivo che può essere connesso ad internet e i nostri figli li chiamiamo nativi digitali. Senza ombra di dubbio la nostra vita quotidiana è stata rivoluzionata dalla tecnologia e difficilmente ora come ora possiamo farne a meno. Ancora oggi però abbiamo delle difficoltà a difendere la nostra privacy online e a proteggere i nostri dispositivi. L’educazione digitale e la cybersecurity infatti sono dei temi tutt’ora caldi e all’ordine del giorno, soprattutto per ciò che riguarda la protezione dei dati aziendali e ancor di più un uso sano di internet da parte dei minori.
Ecco quindi una piccola guida ai pericoli online più frequenti e cosa fare per difendersi:

Malware: si tratta di un software malevolo, dunque, in termini generici è ciò che va ad infettare il nostro dispositivo. Più comunemente è il virus.

Ransomware: questo tipo di attacco informatico si infiltra nei dispositivi attraverso download, file corrotti o simili e prende in ‘ostaggio’ il dispositivo. Per riappropriarsi dei propri dati è necessario pagare un ‘riscatto’. Questo tipo di malware è molto comune e uno dei più famosi è stato il virus WannaCry.

Worm: questo virus ha la capacità di auto rinnovarsi all’interno del dispositivo andando così ad occupare tutta la memoria fino a bloccare l’intero dispositivo.

Spyware: come si può intuire dal nome questo programma malevolo è pensato per spiare gli utenti allo scopo di carpire informazioni personali

Phishing: questo malware non è esattamente un programma che infetta il nostro dispositivo, quanto una tecnica usata per accedere alle nostre informazioni personali attraverso mail finte, link falsati e altre truffe.

Adware: Sono dei programmi che al loro interno mostrano pubblicità continue (e a volte ingannevoli) agli utenti. Inoltre sono considerati molto instabili e un vero e proprio rischio per la privacy e per i dati degli utenti.

Rootkit: è un set di programmi malevoli inviato dagli hacker per accedere da remoto vostro dispositivo in qualità di amministratore accedendo così a tutti i dati e al controllo del dispositivo stesso. Il punto di forza di questo sistema è che il set di programmi ha anche lo scopo di proteggere sé stesso mascherandosi e oscurandosi in modo da essere difficilmente rilevato.

Trojan: anche in questo caso, come si deduce dal nome, questo tipo di virus cerca di insidiarsi nel nostro dispositivo attraverso un ‘cavallo di troia’, ovvero mail, programmi e applicazioni innocui e sicuri, usate per nascondere il vero pericolo.

DDoS – distributed denial of service: questo tipo di attacco colpisce generalmente i server di istituzioni, come apparati governativi o banche, allo scopo di rubare dati sensibili. Vengono attacchi i server, rallentando o addirittura oscurando il sito web collegato, rendendo difficile la navigazione a tutti coloro che vogliono accedere al servizio.

Keylogger: un malware che ha lo scopo di registrare ogni pressione della tastiera, inviare i dati ed in questo modo decifrare password ed entrare in possesso di dati sensibili.

Ora che conosciamo i vari tipi di malware (ovviamente ne esistono molti di più e sono in continuo aggiornamento, ma queste sono le categorie principali) possiamo pensare a cosa fare per proteggerci. Per prima cosa i consigli base: Prima di tutto installando un buon antivirus, in grado di individuare malware, tentativi di phishing e rootkit. Imparate a creare password forti ed efficaci, ovvero seguendo queste regole molto semplici:

  • Combinazione casuale di numeri, simboli e lettere
  • Password diverse per ogni servizio
  • Più di otto caratteri

Non dimenticate di ‘ascoltare’ il vostro dispositivo: rallentamenti, mouse o trackpad che si bloccano, malfunzionamenti della rete o suoni e disturbi durante le chiamate nel caso degli smartphone possono essere segnali di infezioni malware.
Oltre all’antivirus installate sul vostro browser anche un adblocker per non essere disturbati da popup fastidiosi e munitevi di strumenti per una navigazione sicura online come può essere Tor o una virtual private network. Che cos’è una VPN? Si tratta di un tunnel virtuale o più semplicemente di una protezione alla vostra connessione che vi mette al riparo da attacchi informatici online.
E per finire, fate attenzione ai dati che diffondete online: molte volte infatti forniamo più informazioni di quanto sia davvero necessario.

Hai trovato un link non valido o un sito linkato nell'articolo che non si apre? comunicacelo e tenteremo di sistemarlo al più presto!